L’Incontinenza Fecale e il metodo THD® GateKeeper “ospiti” di Uno Mattina

Oltre agli innegabili problemi fisici ed emotivi che comporta, uno dei problemi principali causati dall’incontinenza fecale è la scarsa propensione all’esternazione dei propri sintomi da parte delle persone che ne soffrono. Spesso, oltre a non parlarne con la propria famiglia a causa dell’imbarazzo, i pazienti faticano ad aprirsi anche con il loro medico con conseguenze estremamente negative. È solo comunicando il problema, infatti, che si può trovare la guarigione.

Ed è proprio per parlare senza preconcetti né vergogna alcuna di questo delicato problema proctologico che il prof. Carlo Ratto, chirurgo presso il policlinico Gemelli di Roma, ha recentemente partecipato alla trasmissione Uno Mattina in onda su RAI 1.

Il prof. Ratto a Uno MattinaL’esperto coloproctologo ha sottolineato che tanti pazienti purtroppo rinunciano alle cure perché si vergognano. In effetti la guarigione, in moltissimi casi, rimane un miraggio non perché non esistano cure efficaci, bensì per il fatto che tante persone preferiscono tenere per sé il loro problema.

L’incontinenza fecale, come riferito dal prof. Ratto, colpisce 1-2 persone su 100, arriva ad avere un’incidenza del 20% se viene studiata approfonditamente e, nelle fasce di età più avanzate, può colpire dal 30 al 60% della popolazione geriatrica. Si tratta dunque di un problema di rilievo, più diffuso di quel che si potrebbe pensare.

«L’incontinenza fecale fortunatamente si può curare con diversi tipi di soluzioni. Non ne esiste una sola, e questo è un messaggio positivo per i telespettatori», sottolinea il prof. Ratto soffermandosi sulla tecnica THD® GateKeeper che sta riscuotendo un apprezzamento crescente sia in Italia – dove è disponibile in diverse strutture ospedaliere – che all’estero.

Il metodo THD® GateKeeper, mini-invasivo, permette allo sfintere anale di chiudersi a riposo senza che tuttavia sia ostacolato il passaggio delle feci. Non crea disagi di alcun tipo al paziente e, tramite ecografia, è possibile verificare nel tempo la stabilità dei benefici che reca. Questi sono i vantaggi del metodo, apprezzato per la sua efficacia e per la durata nel tempo dei risultati.