Le fonti di fibre più efficaci contro l’incontinenza fecale

Le cause dell’incontinenza fecale possono essere molto diverse tra loro, così come le manifestazioni del disturbo variano in modo significativo da soggetto a soggetto; eppure esiste un approccio adatto a tutti che è in grado di diminuire la gravità dei sintomi, rappresentato dall’assunzione di fibre.

Le fibre sono composti insolubili che passano inalterati attraverso l’intero sistema digerente e che svolgono l’importante ruolo di favorire la formazione di feci di consistenza ideale per una facile evacuazione. Così, se da una parte è risaputo che le fibre svolgono un effetto anti-stipsi ammorbidendo la massa fecale e consentendone il regolare transito, dall’altra i medesimi composti permettono di addensare le feci e quindi ridurre l’incontinenza fecale che si verifica quando la loro consistenza è troppo liquida.

Ha compiuto approfonditi studi sull’argomento un team di ricercatori della University of Minnesota di Minneapolis, testando gli effetti di diversi tipi di fibre (carbossimetilcellulosa, gomma arabica e psillio) sui sintomi dell’incontinenza fecale quali frequenza degli episodi, quantitativi e consistenza.

L’esperimento si è svolto in questo modo: a un gruppo di volontari è stata fornita una supplementazione di fibre pari a 16 grammi al giorno per due settimane, successivamente (per altri 32 giorni) ad alcuni sono state continuate a dare le fibre mentre ad altri un placebo. Dalle analisi statistiche è emerso che lo psillio ha saputo ridurre l’incontinenza fecale in modo significativo: 2.5 episodi di incontinenza alla settimana rispetto ai 5.5 nei pazienti a cui era stato somministrato il placebo. Interessanti anche i risultati ottenuti dalla supplementazione con gomma arabica (4.3 episodi/settimana) mentre, stranamente, la carbossimetilcellulosa ha aumentato seppur di poco gli episodi rispetto al placebo (6.3 a settimana).

Da questa indagine emerge che l’integrazione della dieta con adeguati quantitativi di fibre può migliorare la qualità della vita di chi soffre di incontinenza fecale a patto che venga scelto il tipo giusto di fibra, dietro consiglio medico. È perciò importante “testare” diverse tipologie di fibre fino a trovare quella che dà i migliori risultati per il proprio caso.